Marzo 9

5 commenti

Camion vela e pubblicità: funzionano davvero per la tua azienda?

By Andrea

camion vela

Se sei arrivato su questo articolo, immagino che tu voglia capire se vale la pena investire in un camion vela e se sia davvero utile per la tua azienda… oppure se corri il rischio di buttare dei soldi inutilmente.

Seguimi e lo scopriremo insieme!

Qualche giorno fa, girando su Facebook, mi è capitato sotto gli occhi di vedere una pubblicità. Questo post era stato realizzato da un’agenzia pubblicitaria di Pordenone e propone un servizio di pubblicità con camion vela, dedicato alle aziende locali.

Sicuramente ne hai già visti in giro. Sono in sostanza dei camioncini allestiti per ospitare sul rimorchio una vela, dove un’azienda può promuoversi con la propria pubblicità.

Una volta ideato il tuo messaggio pubblicitario, un camion vela viene fatto girare per la città e le zone di tuo interesse, soprattutto dove c’è un alto passaggio di persone e auto. La strategia è quindi quella di mostrare un determinato messaggio pubblicitario al più alto numero di persone possibile.

È da molto tempo che esistono e devo dire che le aziende ci investono ancora un sacco di soldi.

“Ma questo tipo di pubblicità funziona ancora?” Ho pensato tra me e me.

La brutta notizia, dopo averci riflettuto insieme ad Andrea (il nostro Boss) è: dipende. Mi spiego meglio.

Cosa spinge un imprenditore a realizzare ancora oggi delle pubblicità con i camion vela?

Come già anticipato prima, ti sarà sicuramente capitato di incrociare questi furgoni che girano per le città oppure sono fermi a lato della strada. Ognuno di questi ha delle pareti sopra il cassone, dove le aziende incollano dei manifesti con messaggi pubblicitari e cercano di promuovere la propria azienda.

Nella testa di un titolare, molto spesso, scatta subito una scintilla.

“Lo voglio anche io per promuovere i miei prodotti….”

Ma perchè scatta questo pensiero?

Tutti i piccoli imprenditori, di solito, vedono pubblicità di altre aziende (spesso sue concorrenti) e decidono di utilizzare lo stesso mezzo pubblicitario per promuoversi. Il ragionamento è semplice: pensano che se lo fa Antonio, titolare conosciuto nella città dove abitano e lavorano, allora è un investimento che può funzionare anche per loro!

Questo pensiero fa felici tutti i rappresentanti che vendono spazi pubblicitari, proprio come quello dell’agenzia di cui ti ho parlato poco fa. Vivono di questo. Non vedono l’ora che tu gli faccia quella telefonata. Questo discorso vale sia per un camion vela, che per un manifesto 6×3 attaccato in un sottopassaggio, un volantino cartaceo o una tovaglietta della sagra di paese.

Il vero problema delle pubblicità tradizionali

Ma il problema non è noleggiare o meno un camion vela o uno dei servizi che ti ho elencato.

La domanda giusta da porsi è: funzionerà per la mia azienda?

In questo mondo fatto di squali, che tu sicuramente conosci molto bene se sei un imprenditore, ricevi costantemente telefonate da parte di qualcuno che vuole venderti spazi pubblicitari. Del resto ne sono costretti, se vogliono mantenere in piedi la loro baracca.

La loro preoccupazione è di vendere più spazi possibili, NON di certo sincerarsi se poi la tua pubblicità funzionerà.

Oltre a venderti il servizio, questa agenzia pubblicitaria ti creerà il manifesto e farà ESATTAMENTE quello che gli chiedi. Esteticamente molto bello, il logo della tua azienda ben visibile, uno slogan d’impatto e il tuo numero di telefono. E tu ti senti orgoglioso nel vedere il nome della tua azienda scorrazzare per la città.

Ottimo, non credi? E invece no.

Non è tutto oro ciò che luccica

camion vela e pubblicità: servono ancora alla tua azienda?

Solitamente per un camion vela si può spendere mediamente tra i 1.000/1.500€. Dopodichè il mezzo girerà per un paio di settimane.

Facendo una rapida operazione matematica, quante vendite dovresti fare per recuperare l’investimento fatto sul camion vela? Ovviamente tralasciamo il tempo che hai investito nella creazione della pubblicità…

Nella maggior parte dei casi può succedere che il tuo prodotto o servizio:

  • ha un valore di più di 1.000€ e con qualche vendita potresti aver recuperato subito il costo,
  • non costi così tanto e quindi diventa ancora più difficile recuperare l’importo speso,
  • non sono cose che si comprano tutti i giorni (come per esempio un auto) e le tue possibilità di recuperare quel denaro saranno ancora più difficili.

Se ti è già capitato in passato di fare un investimento come questo, sappi che ora non devi sentirti un imbecille perchè ti ho appena fatto capire che queste pubblicità hanno un ritorno economico incerto… il concetto che deve passare è che:

Non è colpa tua.

Questi rappresentanti sono addestrati per vendere. Hanno fame. E sono disposti a tutto per portarsi a casa il pane. Anche a proporti delle opportunità da cui non avrai mai un ritorno economico.

Hanno una buona parlantina. Le loro proposte sono sempre straordinarie (a detta loro), irripetibili e sarebbe da sciocchi lasciarsele scappare. Spesso giocano anche la carta della concorrenza:

“guarda, ho ricevuto proprio in questi giorni una richiesta di contatto da Mario che vende più o meno le tue stesse cose… lo conosci? Ecco, lui è seriamente interessato ai nostri camion vela…”.

Quindi la maggior parte degli imprenditori finisce per cedere a queste lusinghe e per fidarsi ciecamente di questa persona che promette risultati straordinari.

Alla fine dei conti però, non sai davvero se i risultati siano arrivati grazie a quello che ti hanno venduto. Potresti anche sforzarti di credere che il tuo investimento abbia fruttato, giusto per non fare la figura del pirla con i tuoi soci e collaboratori stretti.

Ora io non voglio che tu ti ritrovi in questa situazione perchè so quanto è brutto sentirsi presi in giro.

Come capire se un investimento pubblicitario di questo tipo funziona

Qualche mese ci è capitato di collaborare con un cliente molto affezionato alle pubblicità tradizionali. Gestisce dei grandi negozi di elettrodomestici e, per l’inaugurazione di un terzo punto vendita, ha voluto affidarsi ai classici camion vela (oltre ad altri strumenti tradizionali).

Durante le riunioni di pianificazione del marketing, Andrea ha dovuto sudare (e non poco) per fargli digerire dei concetti sensati, che hanno più a che fare con il buonsenso che con delle strategie soprannaturali. Purtroppo eravamo stati coinvolti in corsa ed alcune dinamiche erano già in essere. Ci siamo quindi dovuti adattare alla situazione.

Il compromesso è stato:

”Ok, vada per il marketing tradizionale ed i camion vela, ma spendiamo una parte di budget per promuovere la nuova apertura anche su internet. Nei giorni dell’inaugurazione poi, faremo delle interviste – di persona – per capire come i clienti sono venuti a sapere dell’inaugurazione. Raccoglieremo tutte le informazioni, così da capire quale canale pubblicitario ha ottenuto il maggior successo, a parità di investimento”.

Ti lascio solo immaginare la faccia dell’imprenditore che, tutto soddisfatto, si gustava già la vittoria. “Cosa vuoi che ne sappiano dei ragazzi di 30-40 anni di come si manda avanti un’azienda… Gli insegno io come si fanno ste cose!”

Dopo aver affrontato tre giorni di interviste e aver fermato quasi 200 clienti durante il solo weekend di inaugurazione, i dati ci hanno dato ragione. sapevamo di averla, ma qui l’obiettivo era di mostrarlo all’imprenditore. Non per farlo sentire uno scemo, ma per fargli capire come noi ci preoccupiamo della salute finanziaria della sua azienda.

Ben il 33% delle persone intervistate è arrivata grazie ad una pubblicità su facebook spendendo un centesimo di tutto il budget utilizzato per acquistare camion vela, volantini (la cifra più consistente), manifesti etc.

Esiste un modo migliore per investire i tuoi soldi

Con questo non voglio dire che le pubblicità tradizionali non funzionano. Quello su cui devi riflettere è che esiste sempre un modo migliore per fare le cose. Anche le più stupide e banali. E questo modus operandi ti permetterà sempre di ottenere il maggior beneficio per le tue tasche. Soltanto così la tua azienda continuerà a rimanere sana.

Quando devi investire in pubblicità, tutta la differenza del mondo la fa la tua capacità di capire DOVE si trovano ORA i tuoi potenziali clienti. Soltanto poi potrai decidere su quali mezzi e strumenti investire, tenendo sempre sotto controllo i budget.

In questo esempio il cliente aveva ricevuto un’offerta per inserire la sua pubblicità all’interno di una rivista di settore. Ci ha contattati perché conosce il nostro modo di lavorare e ci ha chiesto:

“Vale la pena di fare una pubblicità in questa rivista? Personalmente la faccio da parecchi anni. Mi scoccia dire di no a chi me l’ha proposta, ma al tempo stesso mi darebbe fastidio buttare via dei soldi. Cosa devo fare Andrea?”

Valutata la situazione specifica e raccolti dei dati sulla rivista, abbiamo deciso di fare le cose in modo un po’ particolare e diverso da tutti gli altri. Invece di creare la solita pubblicità creativa con frase ad effetto, di cui ne è pieno il mondo, abbiamo preferito investire MOLTO più tempo per creare un qualcosa di unico, che attirasse i potenziali clienti di Omar.

In sostanza abbiamo costruito e pubblicato una vera e propria storia all’interno di una rivista di settore dedicata ai matrimoni. Alla fine del testo, c’è un chiaro riferimento dove i futuri sposi possono prenotare una consulenza personalizzata. Grazie al monitoraggio delle richieste, l’azienda che ha investito in questa pubblicità riesce ora a capire come sta andando la campagna CON PRECISIONE. Alla fine potrà scoprire se quell’investimento è stato sensato o se ha buttato via i soldi.

Ma ti possiamo confermare che, grazie a questa strategia e dopo soli due mesi dalla pubblicazione, ha già fatturato 5 volte il suo investimento! È come se tu avessi una bacchetta magica e riuscissi a trasformare € 1.000 in € 5.000. Non male vero?

Questo non è di certo l’unico modo per fare investimenti pubblicitari che funzionano.

In alternativa, esistono molti servizi innovativi (come le pubblicità su facebook) che ti permettono di raggiungere i tuoi clienti preferiti ed interessati. Ma c’è di più! Puoi sapere ogni giorno quanto stai spendendo e se quella pubblicità sta funzionando.

Se desideri davvero ottenere risultati migliori dalla pubblicità e sei stanco che ti vengano a proporre le solite modalità “anni 80”, allora forse possiamo fare al caso tuo.

Se hai Facebook puoi inviarci un messaggio su messenger cliccando QUI oppure scrivici tramite la pagina contatti di questo sito. Siamo disponibili per una chiacchierata con te per discutere di alcune possibili soluzioni. Il tutto con un approccio amichevole: non siamo come i rappresentanti di cui ti ho parlato prima. Loro vogliono venderti a tutti i costi della pubblicità per portare a casa il pane, senza badare ai tuoi interessi. Noi abbiamo davvero a cuore la tua azienda ed il suo futuro, come se fosse la nostra.

Buona continuazione nel blog!

Andrea

Sono CEO & Consulente di Marketing Strategico in Smartup. Tralasciando i paroloni, nel poco tempo libero mi piace stare scalzo a contatto con la natura. Ho anche sempre desiderato volare come Peter Pan, ma sinceramente non so da che parte cominciare.Ha fondato l'agenzia Smartup nel 2011 con un chiaro obiettivo in mente: aiutare quante più piccole aziende possibile ad ottenere i risultati che meritano, grazie ad un nuovo modo di fare marketing. Più etico, mai aggressivo e attento alle persone. Si è specializzato nel marketing per il settore fitness, studiando e sperimentando strategie specifiche per la promozione di contenuti e attività relative alla salute e al benessere dell'individuo - in tutte le sue forme. Tanto che oggi è considerato uno dei maggiori esperti di fitness marketing in Italia.

  • Il camion vela è utile fino ad un certo punto durante le elezioni di con le aziende poco, intanto la maggior parte rimangono ferme in punti che dopo un giorno non le guardi più, poi vengono messe su rotonde per me molto distraenti a rischio incidente, quindi non le guardi poi quelle che si muovono solo su strade larghe e possono fermarsi per pochi istanti e solo su zone predefinite, ci sono altri modi io non .i affiderei mai ad una vela vero è che questo paese dell’ età del cretaceo è rimasto a mezzi antiquati l azienda non ha scelta e può fare solo una cosa che non è molto incisiva noi stiamo cercando di fare altro perché lavoriamo solo sull’ innovazione e siamo sicuri sia vincente

    • Ciao Dario, grazie per il tuo feedback!

      Un camion vela parcheggiato in corrispondenza di una rotonda e su una strada ad alto traffico, come dici tu, rischia di essere pericoloso perché distrae le persone.

      Di conseguenza funzionerà molto meno rispetto ad un luogo dove ci possa essere una breve sosta da parte dei guidatori (per esempio in corrispondenza di un semaforo): massima visibilità e zero rischi.

      Detto questo, il problema poi si sposta su CIO’ CHE VIENE COMUNICATO.

      In sostanza: il camion vela non è necessariamente sbagliato, come metodo pubblicitario. Infatti abbiamo prove della loro efficacia, ma solo se il messaggio che si comunica è VINCENTE.

      Le persone sono costantemente bombardate da messaggi tutti uguali e dimostrano indifferenza. Per essere funzionale, un messaggio pubblicitario deve essere concepito per:

      1 – catturare l’attenzione di un determinato tipo di persone (o target);
      2 – informarle;
      3 – fargli compiere un’azione specifica e misurabile.

      Non è più difficile di così.

      Come sempre, occorre usare anche un po’ di buonsenso e ragionare in modo diverso rispetto a tutti i tuoi concorrenti. Solo così si può essere notati.

      Complimenti per il tuo approccio che guarda al futuro e all’innovazione. Poche chiacchiere, zero piagnistei e gran dedizione al lavoro. 😉

      Sono sicuro otterrai i successi che meriti!

      Buon weekend. 🙂

      • Ma infatti il “camion vela” cosi come:

        – “Facebook ADS”
        – “Volantino”
        – “Passaparola”

        ecc.. Non a caso sono tutti: STRUMENTI PUBBLICITARI :).

        Solo che “molti imprenditori” confondono il “marketing con la pubblicità”.

        In Inglese la pubblicità si chiama: ADVERTISING
        La Comunicazione è: COMMUNICATION
        Il Marketing deriva da MARKET (cioè mercato) se c’è un mercato si fa il MKT. (come direbbe qualcuno che vive a Dubai, che scimmiotta alla perfezione Dan Kennedy) (che però di base è cosi).

        E poi c’è il Brand. Il Marketing NON funziona, se non si è posizionati in una certa maniera , nella testa delle persone.

        Per esempio ci fu un tizio (di cui non faccio il nome) perchè era un poco di buono , ma che UTILIZZO’ BENISSIMO il Marketing , attraverso il mezzo pubblicitario del “Camion Vela”.

        Si era “posizionato” nella testa dei suoi clienti come:

        “Il Numero 1° Dei Comproro in Italia”. (penso tu abbia capito di chi parlo)

        Ovviamente (il suo target) erano i “disperati” che volevano vendere l’oro, un po’ come “gli opportunity seeker” , che comprano i corsi dei “guru” , che gli “vendono l’idea” , che “diventeranno RICCHI , SE comprano i loro corsi. E utilizzano il marketing del tipo:

        – “noleggio Lamborghini per un giorno e che poi spacciano per loro”
        – “Screenshot costruiti”
        – “Testimonial Tra di loro” (per abbassare la diffidenza dei clienti”
        – “Webinar pre-registrati” (ma che sembrano online in tale ora)
        – “Scade l’offerta a tale ora” (stile Mastrota)

        Mentre questo qui dell’oro usava messaggi del tipo:

        – “Non fare il Giuda (con tanto di immagine di giuda ecc.) VIENI dal dio dell’oro”
        – “Ricompensa di Xmilaeuro , per chi trova assassino”
        – “Fai come lui per il tuo oro , vai dal n°1 (e c’era la foto del papa in ginocchio davanti al tizio seduto sulla poltrona in oro) MASSIMA VALUTAZIONE!”

        Giocava PARECCHIO sulle emozioni come:

        – Avidità
        – Autorevolezza di altri personaggi ecc..

        • Ciao Marco, grazie per il tuo feedback e contributo!

          La tua disamina non fa una piega… 😊

          Soprattutto ci dice che il grande marketing – a volte – è spinto nella sua massima espressione da parte di veri e propri truffatori!

          Come il denaro, è un semplice strumento. Sta al singolo farne un uso etico o meno, in base alla propria indole. 😊

  • Io ho fatto svariati annunci Facebook e ho notato pochi e nulla rinentri di clienti, anzi, credo che lo vedano in pochi perchè ho sentito che Facebook sta “oscurando” molte campagne. O forse sbaglio qualcosa?

  • {"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

    AGENZIA DI MARKETING PER IL FITNESS


    Siamo un gruppo di sportivi con l'ossessione per i risultati ad ogni costo. Cambiare in meglio la vita delle persone è il nostro mantra. Proprio come fai tu, ogni santo giorno, con i tuoi clienti.

    Copyright © AP GROUP S.r.l. - P.Iva IT01834630939 - Privacy Policy - Cookie Policy

    >