Marketing Digitale: 7 punti per avere successo con la tua azienda

Nessun Commento
Tempo di lettura stimato: 16 minuti

Scopri gli unici 7 punti che devi conoscere per pianificare il tuo piano di marketing digitale e catturare sempre nuovi clienti per la tua azienda

Ad oggi non c’è dubbio: gli imprenditori hanno capito che se vogliono continuare a prosperare, devono essere presenti su internet. Questo accade perché i clienti che interessano alla tua attività sono sempre più collegati su internet ed è normale che tu voglia intercettarli e conoscere sempre di più le esigenze e i loro comportamenti.

Facendo questo hai la possibilità di fargli scoprire la tua azienda in modo completamente nuovo e più efficace, oltre a capire quanto i tuoi prodotti e servizi possono aiutarli a risolvere una loro necessità o un problema.

Fantastico, vero?

Essere nel posto in cui le persone trascorrono una grossa fetta del loro tempo libero durante il giorno, ti dà la possibilità di raggiungere potenziali clienti che mai sarebbero entrati dalla porta della tua attività.

Questa è una cosa che sanno tutti ormai, giusto?

Quello che forse non sai, è che i mercati online (governati ancor di più dai clienti rispetto a quelli tradizionali) possono cambiare molto velocemente.
Internet è molto veloce e non conosce confini: cambia continuamente gli interessi delle persone e addirittura fa nascere nuovi concorrenti della tua azienda.

Questo costringe le aziende a stare al passo con i tempi e ad avere una forte strategia di marketing digitale.

Perchè ti dico questo?

Come ti dicevo prima, il fatto che internet non ha confini può permettere ad un tuo concorrente (anche se ha la sede in un altro continente) di arrivare sul tuo mercato. Se il prodotto e servizio che offre è migliore del tuo, dove pensi che andranno i tuoi clienti?

Pensiamo per un attimo a Zalando.

Zalando è un sito internet dove le persone possono acquistare decine di marchi di abbigliamento direttamente su internet. Se tu avessi un negozio di abbigliamento, questo sarebbe un tuo grosso concorrente!

“Ma io sono un piccolo/medio imprenditore, non mi interessa nulla di Zalando!”

Hai ragione, ti faccio un altro esempio più vicino possibile alla tua realtà.

La tua azienda concorrente, che sta a due passi dalla tua sede, crea un nuovo prodotto o servizio. Decide di creare una pagina web sul suo sito, iniziare a pubblicare delle guide e dei tutorial su quell’argomento e crea pubblicità su google e facebook. Dopo qualche mese noti un netto calo delle vendite e perfino l’assenza dei tuoi clienti più affezionati.

Cos’è successo?

Semplicemente il tuo concorrente ha raggiunto le persone nel posto dove passano la maggior parte del loro tempo libero. Le ha incuriosite, gli ha fornito delle informazioni di valore ed ha trovato nuovi clienti con la giusta strategia di digital marketing!

La tua Azienda inizierà a risentirne e potrebbe accadere il peggio: sarai costretto a chiudere. Penserai che è colpa della crisi se la tua azienda è fallita ma questo non è vero e lo sappiamo entrambi!

La colpa in realtà è che nessuno fino ad ora ti ha detto le cose come stanno e non ti ha spiegato ciò che devi fare SUBITO per la tua azienda in modo che nessun concorrente, la crisi o qualsiasi evento biblico possa scalfire il successo della tua azienda.

Quindi non preoccuparti, con le giuste azioni puoi impedire a qualsiasi concorrente di superarti e farti chiudere. Te lo garantisco!

Quindi per questo motivo bisogna attuare delle strategie di digital marketing per aiutare le persone a conoscerti e preferire i tuoi prodotti e servizi, rispetto a tutti gli altri.

A questo proposito, abbiamo pensato di realizzare una guida alle strategie di marketing digitale che funzionano, per aiutarti a:

  • implementare una strategia di marketing digitale per la tua azienda;
  • migliorare una strategia di marketing digitale già in funzione della tua azienda.

Prima di partire però, bisogna fare un piccolo passo indietro per spiegarti alcuni concetti importanti.

Cosa sono le strategie di marketing digitale?

Le strategie di marketing digitale sono tutte quelle azioni che ti aiutano ad ottenere dei risultati attraverso internet, mediante l’uso di strumenti online (sito, social network, newsletter, inserzioni pubblicitarie etc.).

In pratica le strategie sono soltanto un “piano d’azione” che ti aiuta a raggiungere dei risultati che ti sei posto come obiettivo per la tua azienda, come per esempio aumentare del 20% le vendite del tuo sito per l’anno in corso rispetto a quello precedente.

La tua strategia può coinvolgere numerosi settori e persone dell’azienda, ma questo non deve spaventarti! Queste strategie ti aiuteranno a rimanere concentrato, insieme ai tuoi collaboratori, per raggiungere gli obiettivi aziendali.

La strategia quindi, è un insieme di azioni o “campagne” che ti possono aiutare a raggiungere una parte dei risultati o obiettivi che ti sei prefissato.

Che cos’è una campagna di marketing digitale?

Una campagna di marketing digitale è un piccolo frammento della tua strategia digitale dove, la somma di tutte queste campagne crea le azioni e le tattiche da compiere per raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato (e quindi la tua strategia di marketing digitale).

Per esempio, per raggiungere l’obiettivo del 20% di vendite in più dal tuo sito web, potresti creare uno sconto speciale da pubblicare solo sul canale Facebook. Questo ti permetterà di aumentare i lead (i potenziali clienti che possono acquistare un tuo prodotto o servizio).

Tutte le persone che arriveranno nel tuo sito tramite Facebook, potrebbero acquistare il tuo prodotto o servizio aiutandoti a raggiungere l’obiettivo che ti sei posto con la tua strategia digitale.

Attenzione: alcune campagne possono durare per anni, ma non per questo diventano la vera e propria strategia. È sempre e solo un’azione o tattica che compone la tua strategia di marketing digitale.

Ora che abbiamo definito i concetti, posso cominciare ad illustrarti la guida alle strategie che funzionano!

Sei pronto?

Marketing Digitale: una vera e propria guida completa per principianti

1) A chi vuoi vendere? Trova le tue buyer personas

Le buyer personas sono l’insieme dei clienti migliori per la tua azienda ed è quindi necessario che tu conosca molte cose di loro come gli interessi, il loro lavoro, i loro dati anagrafici e tutto ciò che può essere utile alla tua strategia.

“Ma mica sono miei amici! Come faccio a conoscere queste cose?”

Calma, ora te lo spiego.

Tutti questi dati possono essere recuperati da ricerche di mercato, sondaggi ed interviste ai tuoi migliori clienti o a chi non ti conosce per niente. È molto importante però che questi dati siano reali perché, nel caso di dati inventati, la tua strategia digitale potrebbe fallire.

Per far si che le tue buyer personas siano più corrette possibili, hai bisogno di un mix di clienti, potenziali clienti e persone che non conoscono la tua azienda per creare uno o più profili quasi perfetti.

“Ma quali informazioni mi servono per creare una buyer personas?”

Il tipo di cliente (se sono persone o aziende), il costo del tuo prodotto o la zona dove lavori sono dei punti di partenza da dove puoi iniziare. Per essere più precisi, eccoti alcuni punti fondamentali che ogni profilo di buyer personas dovrebbe avere:

Dati demografici

  • Località: puoi utilizzare gli Analytics di Google del tuo sito web per capire da dove arrivano i tuoi clienti. È uno strumento che ti permette di scoprire molte cose sulle persone che frequentano il tuo sito.
  • Età: questo è un dato che ti può aiutare a comprendere con più precisione gli interessi e i comportamenti dei tuoi clienti. Un cliente di 16 anni ha sicuramente una possibilità di spesa diversa da uno di 40, giusto?
  • Reddito: è importante capire la possibilità di spesa del tuo cliente. Se la tua buyer personas è un impiegato, difficilmente acquisterà una Ferrari.
  • Ruolo: la posizione lavorativa ricoperta dal tuo cliente ti può aiutare a capire maggiormente il suo profilo e quali siano i suoi interessi o possibilità economiche.


Dati psicologici

  • Necessità: che cosa vuole ottenere il tuo cliente grazie al tuo prodotto o servizio? È necessario avere già ben in testa il maggior beneficio che la tua azienda riesce a dare alle persone per “obbligarle” a continuare ad utilizzare la tua azienda per soddisfare la loro necessità.
  • Difficoltà: quali sono le maggiori difficoltà che le tue buyer personas devono affrontare nella vita di tutti i giorni e il tuo prodotto o servizio le aiuta a superare?
  • Interessi: è importante conoscere quello che interessa ai tuoi clienti. Se per esempio hai un’azienda che si occupa di moda, capire che i tuoi clienti sono interessati al benessere e allo stare in forma ti aiuterà a ragionare su quali contenuti creare ed eventualmente con quali aziende stringere rapporti commerciali (per esempio con una palestra).
  • Priorità: capire quanto la tua azienda è essenziale per il tuo cliente, è un dato molto importante per scoprire il prezzo che sono disposti a pagare per avere ciò che hai da offrirgli.

Ora prendi un foglio di carta, chiudi la porta del tuo ufficio/studio e inizia ad annotare tutto quello che ti viene in mente creando uno o più profili di buyer personas in base alla tua esperienza. Per una ricerca più precisa dovrai utilizzare ricerche di mercato, sondaggi e interviste per verificare i dati scritti.

2) Identifica i tuoi obiettivi e gli strumenti che ti servono per raggiungerli

Raggiungere il 20% di fatturato in più con il tuo sito web rispetto allo scorso anno, non è il dato da misurare per primo. Dovrai avere la possibilità di monitorare e misurare tutte le campagne digitali che metterai in piedi per raggiungere il tuo principale obiettivo aziendale (può essere anche più di uno).

Ricorda di utilizzare degli obiettivi VERI, MISURABILI e RAGGIUNGIBILI senza esagerare. Mettere obiettivi troppo alti, potrebbe scoraggiarti e farti pensare che il marketing digitale non è una cosa adatta alla tua azienda.

Non vorrai mica sbagliare, giusto?

Utilizzando l’esempio che ti ho fatto qualche riga più sopra, dovrai misurare e quantificare quante persone avranno raggiunto il sito grazie al tuo buono sconto pubblicato su Facebook. Successivamente dovrai capire quante di queste hanno acquistato il tuo prodotto/servizio per poter capire l’effetto della tua campagna digitale nell’intera strategia.
Senza lo strumento giusto, ti sarà difficile capire se stai facendo la cosa giusta o se stai sprecando energie e soldi.

3) Quali sono le campagne già attive?

Per capire da dove partire con la tua strategia digitale, è importante trovare quali possono essere i canali giusti per aiutarti a raggiungere l’obiettivo finale della tua strategia digitale. Vediamo insieme i diversi canali:

Di proprietà

Questa categoria si riferisce al sito internet, ai profili sui social network, ad un blog aziendale, una raccolta di immagini e video prodotti dalla tua azienda e tutto ciò che hai il pieno controllo su ciò che viene scritto o realizzato.

Acquisiti o esterni

Molto semplicemente sono tutte le informazioni della tua azienda scritte in canali di cui non hai il controllo. Potrebbe essere la ricerca su google di una determinata parola che fa comparire il tuo sito internet in prima pagina, un’intervista su un sito di settore, una raccolta di recensioni oppure una semplice condivisione di un tuo articolo del blog su un profilo di un utente.

A pagamento

Come ti suggerisce il nome, sono tutti quei canali online che ti aiutano a pubblicizzare qualcosa della tua azienda a pagamento. Facciamo un esempio: un fioraio vuole comparire per primo con la parola chiave “fioraio Pordenone” nei risultati di ricerca di Google. Attraverso lo strumento pubblicitario AdWords, può impostare un budget per assicurarsi di far comparire la propria azienda in cima ai risultati di google rispetto alle altre per quella specifica parola chiave.

Come prima, in un altro foglio (meglio un foglio excel per essere più ordinati), scrivi tutti i canali di cui disponi per avere una panoramica precisa su ciò che stai utilizzando.

La tue campagne di marketing possono contenere elementi di ognuna di queste categorie per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi

Ti faccio un esempio.

Hai scritto un articolo nel tuo blog (canale di proprietà) e, per aumentare i lettori, lo pubblichi sulla tua pagina Facebook aziendale. Gli utenti iniziano ad interagire con questo contenuto e uno di questi lo condivide sul suo profilo (canale acquisito). Per dargli ancora più visibilità, pubblicizzi l’articolo con gli annunci pubblicitari di Facebook (canale a pagamento).

Questo è il modo in cui i tre diversi canali possono funzionare insieme per raggiungere i tuoi obiettivi.

Attenzione: non è necessario usarli tutti insieme per ogni campagna.

Se i canali di proprietà e acquisiti sono efficaci per promuovere una notizia della tua azienda, potresti non dover spendere soldi per un canale a pagamento. Si tratta semplicemente di capire qual è la strada migliore per raggiungere gli obiettivi fissati nella tua strategia di marketing digitale.

Ora che hai sotto gli occhi ciò che usi attualmente, puoi capire quello che puoi utilizzare e ciò che puoi scartare.

4) Pianifica i tuoi canali di proprietà

Il cuore della tua strategia di marketing digitale sono i canali di proprietà dove puoi veicolare i messaggi per i tuoi clienti. Questi sono chiamati contenuti e possono essere la pagina “Chi siamo”, un articolo del blog, una descrizione del prodotto, report gratuiti, infografiche o post sui social network.

I contenuti ti aiutano a trasformare dei semplici visitatori del tuo sito in potenziali o effettivi clienti, oltre ad aumentare la visibilità della tua azienda. Qualsiasi siano i tuoi obiettivi nella strategia, i contenuti sono un ottimo modo per raggiungerli in maniera efficace.

Verifica i tuoi contenuti esistenti

Crea una lista di tutto ciò che, negli anni, la tua azienda ha prodotto e mettili in classifica per capire, quale di questi, è il miglior contenuto prodotto che ti possa permettere di raggiungere i tuoi obiettivi aziendali o una parte di essi. Vanno bene anche contenuti su carta stampata che possono essere rielaborati e riprodotti online.

Per esempio, l’anno scorso hai creato un volantino dove viene spiegato un particolare utilizzo del tuo prodotto. I tuoi clienti l’hanno trovato davvero utile e te ne parlano ogni giorno direttamente in azienda, per telefono o via e-mail. Questo volantino può diventare un contenuto online come un articolo del blog, un report gratuito o una qualsiasi pagina specifica del tuo sito internet.

Questa analisi ti porterà a trovare i contenuti che stanno funzionando, quello che non sta aiutando a raggiungere i tuoi obiettivi e gli argomenti o le idee che ti aiuteranno a creare i contenuti futuri.

Trova quello che manca

Dopo aver costruito il tuo cliente ideale (buyer personas), trova tutto ciò che manca ai tuoi contenuti per renderli davvero interessanti.

Se la tua azienda organizza corsi di bricolage e scopri che il maggior interesse del tuo cliente è capire quali strumenti gli servono per realizzare un determinato lavoro, dovresti subito creare dei contenuti che rispondano a questa esigenza!

Crea una pianificazione dei contenuti

Dopo aver trovato ciò che manca ai tuoi contenuti per essere veramente interessanti, prendiamo sempre il nostro foglio excel e andiamo a creare una tabella con le seguenti colonne:

  • Titolo;
  • Tipo di contenuto;
  • Obiettivo della campagna;
  • Canali;
  • Perchè lo stai creando? (Es: Voglio far sapere ai miei clienti che strumenti servono per creare un portaspezie, oggetto del prossimo corso di bricolage)
  • Priorità (per capire quali contenuti siano davvero importanti da realizzare per primi)
  • Budget (nel caso tu volessi pubblicizzare questo contenuto, creare un’altra sezione del tuo sito etc.)
  • Tempo di realizzazione.


5) Analizza e pianifica i tuoi canali

Cerca di capire quali sono i canali che ti aiutano maggiormente a raggiungere i tuoi obiettivi aziendali o quelli delle singole campagne. Per esempio, puoi scoprire che un determinato articolo del blog viene raggiunto dalla ricerca organica su google (cercando una determinata parola o frase su google, il primo risultato su google rimanda a quell’articolo sul tuo blog) che ti portano la maggior parte dei potenziali clienti. Questo ti aiuterà a capire che è necessario pianificare la creazione di contenuti simili per farti raggiungere (anche grazie a google) dai potenziali clienti e spingerli verso l’acquisto dei tuoi prodotti o servizi.

6) Analizza e pianifica i tuoi investimenti a pagamento

Questa analisi è identica al punto precedente e deve farti capire quali sono i canali a pagamento che ti aiutano (ora e per il futuro) a raggiungere i tuoi obiettivi.

Se stai spendendo un sacco di soldi su google Adwords e non stai vedendo molti risultati, forse è il momento di fermarsi e cambiare la tua strategia della campagna di marketing. Blocca tutto e ricomincia da capo considerando tutti i punti trattati in questa guida.

In questo modo riuscirai a capire quali canali a pagamento stanno ricevendo risultati, dove devi migliorare e quali sono inutili alla tua strategia in questo preciso momento.

7) Tutto sotto controllo

Hai concluso la ricerca e la pianificazione dei contenuti ed ora hai in mano il quadro completo della situazione online della tua azienda e della strategia di marketing digitale. Per essere precisi hai trovato:

  • Un chiaro profilo del cliente ideale della tua azienda (anche più di uno);
  • Uno o più specifici obiettivi di marketing;
  • Un inventario dei canali di marketing che stai utilizzando;
  • Una panoramica di tutta la tua strategia di marketing online fino a questo momento;
  • Un piano editoriale dei prossimi contenuti da inserire nei tuoi canali;

Ora è il momento di unire i puntini e creare un documento che servirà alla tua azienda per raggiungere gli obiettivi prefissati utilizzando il marketing digitale online.

Solitamente la pianificazione viene fatta su 12 mesi e potrebbe essere un buon punto di partenza per la tua azienda. L’obiettivo è proprio quello di definire ogni piccolo passo per raggiungere i tuoi obiettivi aziendali. Per esempio:

  • a gennaio crei il blog aziendale, dove una volta alla settimana viene pubblicato un articolo per tutto l’anno;
  • a marzo pubblichi un report gratuito contenente informazioni di valore per il tuo cliente, utilizzando una promozione pubblicitaria a pagamento;
  • a luglio, potresti preparare e pianificare tutti i contenuti che andranno ad aiutare la tua azienda nel periodo più intenso per la tua azienda;
  • a settembre potresti creare delle collaborazioni con riviste del settore per pubblicare articoli che parlino dei tuoi prodotti e servizi.

In questo modo sarai in grado di creare delle attività, in modo da rimanere concentrato su quello che tu e i tuoi collaboratori dovete fare per raggiungere gli obiettivi prefissati.

Il documento può essere rivisto in qualsiasi momento, soprattutto se alcune delle azioni intraprese non ti stanno aiutando a raggiungere i tuoi obiettivi.

La tua strategia di Marketing Digitale

Quello che riuscirai a produrre con questo documento è un insieme di informazioni molto accurate riguardo al tuo business che saranno diverse rispetto a qualsiasi altra azienda.

Per questo motivo, non troverai da nessuna parte un documento che sia così utile e prezioso.

Potrebbe sembrare un lavoro noioso ed una perdita di tempo, ma ti posso garantire che se riuscirai a fare questo lavoro, la tua azienda ne beneficerà.

Innanzitutto avrai fatto chiarezza in merito agli obiettivi che vorrai agguantare, mentre in secondo luogo avrai sempre a disposizione delle linee guida precise da seguire, per raggiungerli.

Diffida da chi vuole venderti una strategia “pronta all’uso” o vuole realizzarla senza un’accurata intervista alla persona fondamentale dell’azienda: l’imprenditore.

Ricorda che la strategia è una mappa che ti aiuterà a definire le azioni corrette o a migliorare quelle in corso per raggiungere i tuoi obiettivi

Che ne pensi di tutto quello che ti abbiamo spiegato? Se ne hai una, come sta andando la tua strategia di marketing digitale? Commenta questo articolo scrivendo la tua opinione oppure raccontaci a che punto sei con la tua strategia.

Se vuoi saperne di più su questo argomento o desideri una strategia efficace redatta da professionisti per aiutarti a far crescere la tua azienda, puoi scriverci tramite la nostra pagina di contatti per fissare immediatamente una consulenza con Andrea Pessotto, il fondatore dell’agenzia SmartUp.

Collaboratore dell'agenzia da maggio 2016. Si occupa di social media, testi per il web e advertising. Appassionato di digital, ne ha fatto la sua strada ormai da qualche anno. Nel tempo libero scrive su www.melonifederico.it.

All in one marketing, all in one place

Restiamo in contatto

Cliccando "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei dati personali secondo la nostra Privacy Policy

All in one marketing, all in one place

Restiamo in contatto

Cliccando "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei dati personali secondo la nostra Privacy Policy

Altre news dal blog

See all posts
Nessun Commento
 

Leave a Comment