Sito Vetrina: preferisci guidare una vecchia Panda o un bel BMW 520?

Nessun Commento
Tempo di lettura stimato: 8 minuti

Ormai è un dato di fatto: ogni azienda deve avere un sito internet per far conoscere ai potenziali clienti la propria realtà e i prodotti o servizi che offre.

Visto l’aumento di questa richiesta, molte web-agency e liberi professionisti (spesso giovanissimi) vendono a prezzi più o meno stracciati questo servizio.

Infatti è molto facile costruire un sito vetrina preimpostato e metterlo “online”, andando a cambiare le parole e le posizioni di alcuni elementi delle pagine.

Tutta questa facilità purtroppo, porta le agenzie a diventare degli “esperti” in materia e di fatto lasciano gli imprenditori con in mano un semplice sito vetrina, quello che per noi è l’equivalente di una vecchia “Fiat Panda” scassata.

Probabilmente delle web-agency più importanti, potrebbero cercare di vendere (con un costo elevato) una “BMW520” quando invece l’imprenditore avrà in mano una normalissima utilitaria e nemmeno lo sa…

In queste righe voglio raccontarti come è nato il sito di un nostro cliente e come siamo riusciti ad ottenere un vero bolide. Grazie a questo sito, ora hanno in mano “un auto” che gli permette di ottenere più clienti di quanto facesse il vecchio sito vetrina.

Se avrai pazienza ti descriverò anche quali sono, secondo la nostra esperienza, tutti gli elementi necessari che dovrà avere il tuo sito internet e la tua Home Page per funzionare davvero e rifornirti di clienti senza tregua!

Ci stai? Andiamo avanti!

L’anno scorso abbiamo avuto il piacere di conoscere due fratelli. Dopo la consulenza di Andrea (fondatore dell’Agenzia SmartUp), una relazione dettagliata su tutto ciò che andava migliorato e creato e diverse strategie già pronte all’uso offerte senza nemmeno chiudere il contratto, hanno voluto investire in comunicazione e marketing scegliendo la nostra agenzia.

Uno dei lavori più importanti era quello di rivedere il sito aziendale che era stato creato qualche anno prima.

Il sito era normalissimo e non aveva nulla di diverso rispetto a molti altri che avevamo già visto e che sicuramente riconoscerai anche tu.

Infatti aveva:

  • Una homepage con qualche informazione e notizia sull’azienda;
  • Una pagina “chi siamo” che descriveva in “aziendalese” (la lingua delle aziende che solitamente è fatta di termini molto complessi) l’attività e quanti successi avessero ottenuto lungo la loro storia di 40 anni di attività;
  • Le pagine servizi che descrivevano con parole troppo tecniche tutto ciò che potevano offrire ai propri clienti;
  • Una pagina contatti.

Anche se riceveva visite attraverso google e ottenevano qualche richiesta, il sito non funzionava come doveva.

O meglio, secondo noi potevano ottenere molti più risultati.

Ma come faceva a non funzionare un sito vetrina che stava già portando clienti?

Il mondo sta cambiando e internet cresce e si trasforma alla velocità della luce. Questo porta chi lo utilizza a diventare sempre più esigente.

Non gli basta più sapere che ci sei.

Ora non basta più descrivere semplicemente ciò che fai o cosa offri ma alle persone interessa sapere COME lo fai e quali BENEFICI otterranno scegliendo te piuttosto che un tuo concorrente.

Che cos’hai da offrire più di un tuo concorrente? Come puoi farglielo sapere con un sito vetrina identico ai tuoi competitors?

L’impostazione di un sito vetrina non è più adatto per rispondere a quello che cercano le persone.

Magari in questo momento anche il tuo è un sito vetrina e potrebbe:

  • non darti risultati (es. richieste di preventivo);
  • darti risultati più bassi di quelli che meriti.

Ma attenzione, non è colpa tua se il tuo sito vetrina non funziona o non ti porta i risultati che dovrebbe.

Come ti spiegavo all’inizio, web-agency e liberi professionisti riescono a costruire un sito vetrina in pochissimo tempo perchè, oltre a dei software molto semplici da utilizzare, sono realizzati quasi tutti allo stesso modo.

Chissà in Italia o nel mondo quanti siti uguali al tuo stanno circolando in questo momento!

Ma perchè un sito vetrina non funziona?

  • il sito vetrina non può essere costruito come una brochure o catalogo aziendale perché non viene utilizzato dal potenziale cliente allo stesso modo;
  • il sito vetrina è quasi sempre una biografia dell’azienda e parla di quanto è esperta in quel settore. Molto spesso vengono utilizzate delle paroline magiche per sembrare la scelta migliore per ogni cliente tipo: ”Da 25 anni…facciamo questo…e questo…” “abbiamo tutte le certificazioni…” “qualità e cortesia al vostro servizio…” etc. etc.
  • il sito vetrina a volte è la fotocopia di molti altri siti e rende l’azienda uguale a tutte le altre, ancora peggio se è identico ad un concorrente (e non stiamo parlando solo di colori o testi diversi ma proprio come impostazione).

Ma quindi, come si può creare un sito che funziona e che nessuno ti copierà?

Ora ti spiegherò come il nostro cliente è riuscito a “sedersi” sopra un “BMW520” grazie alla nostra esperienza.

Per prima cosa abbiamo realizzato un’intervista ai due fratelli in modo da conoscere e capire:

  • la loro storia e come sono arrivati fino a qui;
  • i prodotti e servizi che offrono ai loro clienti;
  • tutto ciò che li rende migliori rispetto ad altri;
  • cosa ottengono i clienti scegliendo questa azienda.

A volte vengono date per scontate queste informazioni.

Invece sono gli aspetti fondamentali e caratterizzanti che ci permettono di immedesimarci nella loro realtà e capire molte cose su quello che i clienti cercano veramente da loro. Tutto il materiale che si ottiene da questo tipo di intervista, è una sorta di “MANUALE UNICO” della comunicazione di quella azienda che nessuno potrà copiare.

L’homepage è la pagina principale di un sito, quella in cui le persone “atterrano” ed iniziano a conoscerti.

È come quando incontri una persona e, dopo un po’ che parlate o arrivati al momento di salutarvi, ti chiede un biglietto da visita. Secondo te, fai più bella figura con un biglietto anonimo e stampato in economia con la stampante dell’ufficio, o con uno bello che ha tutte le informazioni al posto giusto e che sicuramente la persona conserverà?

Torniamo al tuo sito. Per la precisione potrebbero arrivare 3 tipi di potenziali clienti:

  • quelli che ti conoscono già e cercano un contatto diretto con te;
  • quelli a cui qualcuno ha parlato bene di te e cercano maggiori informazioni;
  • quelli che non ti conoscono ma stanno cercando un professionista di quel settore specifico e sono arrivati sul tuo sito grazie al tuo posizionamento sui motori di ricerca o una pubblicità su internet.

Nella prima parte del sito, quella che vedono appena si apre, dovrai fargli capire subito perchè dovranno scegliere te e non un qualsiasi altro professionista. Questo sarà sempre il punto più importante su cui dovrai puntare per far funzionare il tuo sito.

Subito dopo, come quando incontri un nuovo potenziale cliente dal vivo, dovrai creare un breve testo di benvenuto dove ti presenti e mostri un po’ della tua personalità.

Proseguendo con la costruzione della homepage, è molto importante inserire i tuoi prodotti, servizi o i clienti a cui ti rivolgi in modo che chi legge, possa capire subito se è l’azienda che sta cercando.

Le testimonianze sono un altro punto molto importante. Le persone si fidano molto delle opinioni degli altri, basti guardare il successo di Tripadvisor! Far raccontare l’esperienza a chi ha già provato il tuo prodotto o servizio, darà la prova al cliente che scegliere la tua azienda è la cosa giusta da fare.

Infine, dovrai far compiere un’azione al tuo potenziale cliente. Attraverso un pulsante, chiederai direttamente alle persone di cliccare o chiamare direttamente la tua azienda per avere un primo contatto. A questo punto, chi ti chiamerà o scriverà una mail, avrà abbastanza informazioni per scegliere se sarà l’azienda adatta a risolvere il suo problema o soddisfare la sua necessità.

Troppe informazioni, vero?

Sono sicuro che nell’ultimo pezzo ti sei un po’ perso ma tranquillo, è normale. Questo non è il tuo lavoro ma è giusto che tu sappia bene che c’è un modo diverso e più efficace di fare le cose.

Vorresti ricevere un grande vantaggio (gratis) rispetto ai tuoi concorrenti a proposito del sito vetrina?

In questo breve articolo abbiamo visto come evitare assolutamente che ti vendano “una vecchia Panda scassata” e come realizzare una “BMW520”.

In particolare ti ho spiegato che:

  • Creare un sito vetrina è facile, mentre creare la strategia per un sito che funziona davvero NON è per tutti;
  • La homepage è il tuo biglietto da visita e può far scegliere alle persone se affidarsi a te o meno.

Ora vorrei fare un gioco con te e con tutti gli imprenditori che leggeranno questo testo. Ti andrebbe di vincere una consulenza gratuita di 1 ora (via Skype) direttamente con Andrea?

Durante la consulenza potrai rivolgergli tutte le domande che vorrai in merito al tuo attuale sito. Ricevendo così delle risposte che saranno una vera miniera d’oro per catturare più potenziali clienti in futuro!

Solitamente il costo di una consulenza di questo tipo è di € 250, ma oggi abbiamo deciso di giocare con la tua intraprendenza e di offrirla gratuitamente agli imprenditori che decideranno di mettersi alla prova! Pronto a partecipare?

Ecco quello che devi fare:

  • Vai a studiarti il sito del cliente di cui ti ho parlato in questo articolo: www.dolfosrl.it;
  • manda una mail con i tuoi dati (nome, cognome, azienda, indirizzo attuale sito web, contatto telefonico) a federico@agenziasmartup.it, includendo anche uno slogan che ti rappresenta come azienda;
  • inviacela e attendi il nostro responso!

Buona continuazione nel nostro blog!


Collaboratore dell'agenzia da maggio 2016. Si occupa di social media, testi per il web e advertising. Appassionato di digital, ne ha fatto la sua strada ormai da qualche anno. Nel tempo libero scrive su www.melonifederico.it.

All in one marketing, all in one place

Restiamo in contatto

Cliccando "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei dati personali secondo la nostra Privacy Policy

All in one marketing, all in one place

Restiamo in contatto

Cliccando "Iscriviti" acconsenti al trattamento dei dati personali secondo la nostra Privacy Policy

Altre news dal blog

See all posts
Nessun Commento
 

Leave a Comment